Stacks Image p23381_n7714
Mario Biondi
DISSONANZA

(1975)
[Pubblicata su "Il Verri", n. 2 - 1975.
E in "Poesia degli anni Settanta"
a cura di Antonio Porta, Feltrinelli, 1979]


 
1.
 
amore dicono è dito piegato
ruga sulla pelle della quercia
colto il fiore si scioglie sul prato
 
e poi amore sfera di vetro
occhio cornice sul gradino dell'altare
musica di soprani all'oratorio
 
cosa di polvere guardata in controluce
pallone colorato che copre la sabbia
mazurka sulla piazza o sul lampione
 
e davvero l'amore mano asciutta
rovere sulla pelle che ti amo
che ti vedo passare di nebbia questa sera
 
2.
 
martedì della cenere altro dito
piegato sulla testa un dito azzurro
sfiora l'orlo di un occhio tace
poi sulla strada una stella filante
 
o lo stesso l'amore terzo mondo
un ricordo di nudo o la pazzia
poi le pieghe della pelle sono oro
il rumore del selciato che li chiama
 
ideale di silenzio parete o pianto
mucchio di parole o fatica
sangue gelato che preme sull'osso
guarda davanti dietro l'ombra del muro
 
3
 
poi l'amore tornato vetro bianco
sette graffi nel muro nocche
delle dita un grammo di terra
si affida all'ansito del vento davvero
 
ancora sacco di sole tappeto
ruota l'interruttore si converte
luce negli occhi supina e per davvero
si abbraccia un ginocchio davvero
 
tu che dopo non è più amore
notte-lontano griglia di un ricordo
sottopassato che lo vede sempre tu
che non c'è nell'offerta stasera
 
4.
 
infine amore nodo al cuore
lampo di un occhio strana figura
riga di lacrime sulla rete del vetro
mano sul fianco scivola leggera
 
amore chiodo punta tra i capelli
gomito che si appoggia calore
scruta nell'orizzonte del ritorno
una domenica seduto sul gradino
 
giura di fare una promessa
tra le dita filtra un altoforno
un giallo di semaforo che cambia
si consente di guardare poco ancora
Stacks Image p23382_n7714
Slide copertine